Harry Potter book night

 

 

Aspettando la Harry Potter Book Night

 

Sicuramente avrete notato i numerosi gufi apparsi sui cieli di Scandicci negli ultimi giorni e vi sarà senz’altro capitato di incrociare lo sguardo indagatore di un gatto, intento a scrutare un cartello stradale con una mappa tra le zampe! Da qualche tempo infatti stanno accadendo strani avvenimenti intorno alla scuola media Spinelli, dove fervono i preparativi per la prima Harry Potter Book Night della città.

L’iniziativa di esportare e organizzare a Scandicci, nella propria scuola, l’appuntamento annuale che tutti i fans del maghetto attendono di celebrare in tutto il mondo, è nata da un ragazzo della scuola media, che, col suo entusiasmo e la sua tenacia è riuscito a coinvolgere la famiglia, i propri compagni di classe, le insegnanti e la Dirigente dell’Istituto scolastico che frequenta, finché l’iniziativa non è infine decollata con più di cento partecipanti fra gli alunni di tutte le classi.

La Harry Potter Book Night, si inserisce nel progetto di lettura ad alta voce della scuola ed è stata organizzata come una festa a tema, che prevede attività ludiche e didattiche, gare di cosplay, di abilità e d’ingegno, finalizzate a far guadagnare punti alle quattro case in gara ed a conquistare l’ambita Coppa delle Case. Tutto si concluderà, dopo la cerimonia di premiazione, con un lauto banchetto nel pieno stile della Hogwarts School.

Così, mentre a casa si rovistano soffitte in cerca di cappelli da strega e occhiali vintage, mentre si improvvisano bacchette fatate da innocui e anonimi rami secchi e le nonne si cimentano nel confezionare costumi harrypottiani, a scuola si ascolta il primo libro della saga, La pietra filosofale, letto dal grandissimo Francesco Pannofino  (cfr. video) e si raccolgono le ultime adesioni. Siamo ormai a più di cento ragazzi che il 31 maggio, dalle ore 17.30 circa alle 22.00 , con i loro costumi e un tocco di magia, trasformeranno per qualche ora la Spinelli nella Hogwarts School of magic and wizardry.

Per questa prima edizione, l’evento è riservato solamente ai ragazzi della scuola secondaria, ma confidiamo, nel futuro, di esportare l’iniziativa anche alla primaria, come parte di un lavoro in continuità sulla lettura ed in particolare sulla lettura ad alta voce.

Ci vediamo presto, allora, al binario 9 ¾, babbani esclusi s’intende!

Prof. Beatrice Raveggi

Video promo con Pannofino